Igiene dell’apparecchio acustico, tutte le regole da seguire

Igiene dell’apparecchio acustico, tutte le regole da seguire

Avere cura del proprio apparecchio acustico è un aspetto molto importante per mantenerne intatte le funzioni nel corso del tempo. Ogni giorno infatti un apparecchio è sottoposto all’aggressione degli agenti esterni come umidità, sbalzi di temperatura o sudore che, senza le dovute cure, possono causare dei malfunzionamenti elettronici.

La protesi acustica è un dispositivo tecnologico che per essere perfettamente ben funzionante deve essere sempre pulito. Per chi assiste una persona che ha subìto una perdita parziale dell’udito, è fondamentale occuparsi dell’igiene dell’unico strumento utile al mantenimento di una vita normale per chi ha un deficit uditivo. Gli apparecchi acustici forniti da #Sentire sono dei migliori brand e sono dotati delle tecnologie più moderne, ma sono anche semplici e funzionali da usare, costruiti per durare nel tempo. Con la giusta e corretta cura, funzionano perfettamente per moltissimi anni.

Nei Centri #Sentire trovi tutto per la pulizia e la manutenzione delle protesi acustiche. Per una corretta manutenzione degli apparecchi, abbiamo una linea di prodotti per limitare l’azione dannosa degli agenti esterni e preservare l’efficacia del dispositivo.

Il nostro audioprotesista ti darà tutte le informazioni necessarie per la corretta pulizia degli apparecchi acustici. Solventi o prodotti detergenti e alcool non vanno utilizzati. Un controllo periodico presso i nostri centri è utile per verificare l’eventuale presenza di residui di cerume e lo stato dell’apparecchio.

Le principali regole per una corretta igiene degli apparecchi acustici sono:

Pulire quotidianamente con una salvietta asciutta il filtro paracerume, che è una parte bianca, molto piccola, posta alla fine del ricevitore e, in alcuni modelli, anche del microfono. Nel caso in cui tale elemento risultasse  danneggiato è indispensabile sostituirlo.

Non lasciare mai l’apparecchio in ambienti umidi, come il bagno o a diretto contatto con fonti di calore, come i termosifoni

Non immergere mai la protesi in acqua

-Usare delle apposite pastiglie che aiutano a togliere o ridurre l’umidità all’interno dell’apparecchio e che possono essere inserite nello stesso contenitore dove riponete la protesi.

Rispettare simili accorgimenti è fondamentale per evitare le proliferazioni di germi nell’apparecchio, le quali potrebbero implicare l’insorgere di infezioni. Diminuiscono, però, anche il rischio di rotture accidentali della protesi, che per i costi spesso elevati rappresentano un investimento ingente per la famiglia.