Mascherine trasparenti per i non udenti o speciali per chi porta apparecchi acustici

Mascherine trasparenti per i non udenti o speciali per chi porta apparecchi acustici

L’idea è partita da una studentessa americana, Ashley Lawrence, che ha pensato ad una soluzione originale per le mascherine protettive contro il COVID-19: ha cucito un modello dotato all’altezza della zona della bocca di una parte in plastica trasparente, in modo che fosse possibile leggere le espressioni facciali ed il labiale. Tra le categorie che si sono ritrovate particolarmente svantaggiate dall’emergenza Coronavirus ci sono infatti le persone affette da disabilità uditiva. Più precisamente, lo svantaggio arriva proprio dalle mascherine, in quanto le persone non udenti incontrano forti difficoltà nel non poter leggere il labiale con il rischio di non riuscire a comunicare o di interpretare male le richieste in situazioni di necessità.

Fortunatamente, nel mondo sartoriale, sono arrivati tanti esempi di solidarietà ed iniziative simili, anche a Verona. Allo studio vi è anche un modello di mascherina pensato per chi ha apparecchi acustici e impianti cocleari che si chiude o sul collo o dietro la testa.

Un sito ha raccolto tutte le informazioni su chi produce le mascherine trasparenti in Italia, dove trovarle, il loro costo, il tutto suddiviso per regione. Vi invitiamo a consultarlo e speriamo vi possa essere d’aiuto!